verso gli stati generali della cittadinanza

Autoconvocazione cittadina…

Un percorso verso gli Stati Generali della Cittadinanza

Prima tappa 15, 16 e 17 ottobre 2010 al S. Maria della Pietà

dedicata a Melo Franchina

alcune immagini dei tre giorni

UscireDentroEntrareFuori

La nostra città esige un cambiamento che non può venire dall’alto, da un potere sempre più burocratico, inetto e corrotto, Roma siamo noi che la viviamo, che vorremmo conoscerla sempre meglio, che vorremmo cambiasse, che pensiamo di poter contribuire a trasformarla con la nostra fantasia e il nostro lavoro, sottraendola a chi oggi specula sull’acqua, sulla terra, sulla casa, sulla vita delle persone.

Non vogliamo implorare, né sedurre o sfruttare le paure di nessuno o vendere chissà quale sogno, come va di moda fare oggigiorno. Vorremmo solo invitarvi/ci a condividere esperienze e progetti, pratiche e strumenti, consapevolezza, creatività e competenze, per realizzare un percorso comune sicuramente lungo e impegnativo, ma anche creativo e vitale, per trasformare i nostri mondi isolati in un mondo comune, più umano e vivibile. Siamo animati da una consapevolezza: da soli nessuno di noi ce la può fare, insieme forse si.

E’ solo l’inizio ciò che può diventare dipende da noi tutti, noialtri, noi/voi, gli altri…

IL PROGRAMMA

Invitiamo tutti a partecipare ed anche ad arricchire il programma

da TRai

…………………………………………………………………

E’ sempre più diffusa tra la cittadinanza la consapevolezza di come l’amministrazione pubblica, in mano ai partiti politici e pressata dai grandi speculatori, non sia più in grado di tutelare e perseguire l’interesse collettivo; che non voglia, che non sappia, che non possa poco importa, non è più in grado di garantire la gestione e l’uso pubblico e sociale dei beni comuni svenduti alla speculazione, concessi indebitamente o abbandonati.

E’ sempre più forte il desiderio di autorappresentanza della cittadinanza, ormai priva o quasi di rappresentanza politica e sempre più distante dal mondo dei partiti. Una cittadinanza frammentata e dispersa ma sempre più consapevole e indisponibile ad essere strumentalizzata e deprivata dei propri diritti e del proprio patrimonio pubblico in nome di una idea di sicurezza che non fa che produrre insicurezza, di inutili e costosissime grandi opere ed eventi effimeri, della cronica mancanza di fondi pubblici a fronte di sempre maggiori sprechi e casi di corruzione. La gestione emergenziale di ogni aspetto della vita quotidiana  ha prodotto sempre più diffuse forme di autocrazia e di deroga allo stato di diritto creando ghiotte occasioni di corruzione e di speculazione dei grandi potentati politico – economici e purtroppo spesso anche mafiosi.

E’ sempre più urgente e sentita la necessità di costruire un percorso condiviso tra le tante e diverse realtà di cittadinanza presenti sul territorio: associazioni, comitati, movimenti, comunità di base, di migranti, di lavoratori etc. Una rete di soggetti impegnati sul territorio che tuteli i diritti del cittadino davanti all’abuso dei potenti. Sempre più persone sono consapevoli di star perdendo il diritto alla cittadinanza, alla casa, alla salute, al lavoro, alla tutela del paesaggio e del patrimonio storico artistico, alla mobilità, alla conoscenza, alla cultura. Stiamo perdendo il diritto ad uno stato di diritto, alla partecipazione attiva nei processi di trasformazione della società e del territorio, al rispetto per tutti e alla solidarietà per i più deboli.

Una prospettiva comune che sempre in più abbiamo preso a chiamare gli Stati Generali della Cittadinanza.

…………………………………………………………………

Il numero 0 del Monitore Romano sugli Stati Generali della Cittadinanza:
aperiodico in libera uscita é liberamente scaricabile: 0_Monitore_fronte, 0_Monitore_retro, o disponibile in versione stampata con il contributo di 1 euro

………………………………………………………………..

15, 16 e 17 ottobre 2010

verso gli Stati Generali della Cittadinanza

si invita a partecipare

TUTTA LA CITTADINANZA ATTIVA E RESPONSABILE

Una prima tappa al parco del S. Maria della Pietà, Roma

Si propone con l’Associazione ex Lavanderia un primo appuntamento al S. Maria della Pietà (piazza di S. Maria della Pietà 1, a Monte Mario); in questa occasione invitiamo comitati, associazioni, movimenti e la cittadinanza tutta a condividere idee, pratiche ed esperienze a partecipare e a delineare insieme la scelta dei luoghi e dei temi dei prossimi appuntamenti.

per condividere, pensare e organizzare insieme la 1° tappa verso gli Stati Generali della Cittadinanza

accedete al googlegroup o scrivete una email

…………………………………………………………………

PrimaveraRomana vuol contribuire alla realizzazione degli Stati Generali della Cittadinanza proponendo con la Rete Romana di Mutuo Soccorso un percorso di avvicinamento a tappe, della durata di un anno, che attraversando i diversi territori dell’Oltrecittà favorisca la conoscenza del territorio stesso e l’incontro e il confronto tra le tante esperienze di cittadinanza attiva.

Un “dispositivo” che, senza voler indirizzare il merito delle discussioni, consenta l’incontro e lo scambio trasversale tra le diverse reatà territoriali dell’area metropolitana e le diverse aree tematiche attorno a cui articolare il costruirsi di una visione dal basso dell’Oltrecittà Roma.

Ciascun appuntamento cercherà di favorire l’incontro, lo scambio tra singoli cittadini e soggetti collettivi (associazioni, comitati, movimenti…) a tre livelli:

- territoriale, aggregando realtà di natura diversa che si occupano dello stesso territorio

- tematico, aggregando realtà che in diversi territori e da prospettive diverse si occupano delle stesse problematiche (ad esempio: ciclisti, pedoni e pendolari sulla questione della mobilità

- generale, aggregando tutte le diverse realtà di cittadinanza a scala metropolitana, intessendo un dialogo trasversale che sveli le interrelazioni tra problemi apparentemente distanti

Per favorire ciò proponiamo l’articolazione di ciascun appuntamento in tre giornate, una maggiormente dedicata al posto che ospita l’incontro, una al territorio in cui è collocato e la terza ad un tema di interesse generale.

Per tutti e tre i giorni proponiamo l’attivazione di sette locande a carattere tematico autogestite dalla aggregazione di tutte quelle realtà che intendono impegnarsi a farlo.

…………………………………………………………………

le 7 locande

Per favorire l’aggregazione spontanea di soggetti che con prospettive diverse si occupano delle stesse questioni, invitiamo tutte le realtà di cittadinanza a partecipare alla costruzione e alla gestione condivisa di 7 “locande” che caratterizzeranno, ciascuno degli appuntamenti futuri, una per ciascuno dei grandi temi che dovranno affrontare gli Stati Generali della Cittadinanza.

In queste stazioni d’incontro e di passaggio, attraverso un approccio conviviale ed informale le diverse realtà potranno presentarsi, incontrarsi ed esporre le proprie pratiche e le proprie proposte alla cittadinanza, ma anche fare da mangiare, servire da bere e promuovere piccoli interventi artistici che inseriti in un programma comune permetteranno a tutti di visitare, nell’arco delle tre giornate, ciascuna delle sette locande.

Per dare inizio a questo percorso condividiamo la proposta di un primo appuntamento al Santa Maria della Pietà

Da qui si intende partire per costruire insieme temi e luoghi delle prossime tappe.

I 7 temi+1

Qui proponiamo gli  ambiti tematici, ma che necessitano una articolazione che non può che avvenire collettivamente nel percorso che svolgeremo insieme:

1 Agro Bene Comune e consumo 0 di suolo. Verso una Università dell’Agro: pratiche agricole, culturali e sociali per ripensare il rapporto tra città e campagna

2 Diritto d’accessibilità e mobilità sul territorio: incroci e scambi tra pedoni, pendolari, ciclisti, …

3 Accoglienza, diversità e integrazione

4 L’abitare e il convivere: la casa, la piazza e il quartiere

5 Cultura, ricerca, formazione e informazione. Spazi, modi e tempi dello scambio di conoscenze: pratiche sociali e strumenti di comunicazione

6 Salute: spazi, gestione e pratiche

7 Acqua, aria, energia e rifiuti, risorse scarse, consumi eccessivi. Produzione, gestione, smaltimento: buone pratiche, innovazione tecnologica e trasformazione sociale

8 Comunità, beni comuni e reti. Ripensare le forme della democrazia metropolitana: governo del territorio, amministrazione pubblica, trasparenza e partecipazione

I 7 territori +1

Proponiamo degli ambiti vasti, all’interno dei quali individuare insieme dei luoghi per i prossimi incontri con l’intento di coinvolgere l’intera area metropolitana.

Gli ambiti sono stati delineati secondo una logica che vede nella città storica di Roma non il centro attorno al quale si estendono per cerchi concentrici periferie sempre più esterne, ma il terreno comune di territori urbani, agricoli e naturali diversi che qui si incontrano. Ripristinando l’originaria collocazione di Roma quale centro nato al confine di diverse realtà geografiche e culturali, unite da un patto di cittadinanza sancito dall’atto simbolico di fondazione che va sotto il nome di Mundus.

1 la Citta Portuense e la Maremma Romana, è compresa tra il Tevere, il litorale nord, la via Boccea e la via Braccianense, lungo il crinale tirrenico della Tuscia a cavallo della via Aurelia, include la città Portuense

2 la città Trionfale e la Tuscia Romana, a cavallo della via Cassia, è compresa tra la via Braccianense e la via Flaminia, include la città Trionfale

3 la città Salaria Nomentana, la valle del Tevere e la Sabina Romana è cmpresa tra la via Flaminia e la via Nomentana, include la città Salaria Nomentana

4 la città Tiburtina e la Valle dell’Aniene è compresa tra la Via Nomentana e la via Collatina, include la città Tiburtina

5 la città e la regione Prenestina Casilina è compresa tra le due vie consolari e include l’ omonima città Casilina Prenestina

6 la città Appia Tuscolana e i Castelli Romani è compresa tra la via Casilina e la via Appia, comprende la città Appia Tuscolana

7 la città Ostiense e il litorale latino trail Tevere, l’Appia e il mare è compresa tra il Tevere, la via Appia e il mare, include la città Ostiense

8 la città di tutti: la città storica e il suo rapporto con l’intera area metropolitana. Il”mundus” dell’Oltrecittà Roma

…………………………………………………………………

Al S. Maria della Pietà cominciamo dall’ABC:

Agro Bene Comune e consumo 0 di suolo. Verso una Università dell’Agro: pratiche agricole, culturali e sociali per ripensare il rapporto tra città e campagna

Si è pensato di partire da un tema più trasversale possibile, la tutela dell’Agro Romano e il consumo di suolo 0, e di affrontarlo presentando la grande esperienza dei Movimenti dell’Acqua, con il loro successo nella raccolta di firme e il loro attuale impegno nella campagna referendaria e nella tutela dell’acqua come bene comune. Una esperienza che può fare da volano per l’attivazione di una grande campagna cittadina per la tutela dell’Agro come patrimanio comune, contro il consumo di suolo, per la sua valorizzazione agricola e la promozione e diffusione delle pratiche colturali, culturali e sociali intreprese dalla cittadinanza attiva, percorso iniziato l’anno scorso con l’ autoconvocazione dell’Università dell’Agro.

La locanda dell’Agro

PrimaveraRomana invita tutti i soggetti interessati all’Agro a costruire insieme la locanda dell’Agro, presso il padiglione xx, già dedicato al lavoro nei campi dei pazienti dell’ex ospedale psichiatrico.

 

 

 

 

 

 

 

2 risposte a “verso gli stati generali della cittadinanza

  1. http://www.facebook.com/group.php?gid=115517101843234

    Siamo Partiti da poco dopo l’estate e siamo più o meno delle VS stesse idee anche se non bene organizzate come le VS.

    In Bocca al Lupo

  2. Pingback: Primaveraromana verso gli stati generali della cittadinanza « Immaginazioneurbana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...